La Cassazione su mobbing e straining

La Cassazione su mobbing e straining. La recente sentenza della Corte di legittimità (Cass. civ., Sez. Lav., 29 marzo 2018, n. 7844) affronta questioni di grande interesse e merita davvero di essere letta.
Secondo la Cassazione, il datore di lavoro è tenuto “ad evitare situazioni stressogene” nei confronti del lavoratore. La pronuncia, in particolare, rimarca la differenza tra straining e mobbing e fornisce indicazioni in punto di prova, liquidazione del danno e differenze retributive del dirigente.